Tecnologia

#mobilitàintelligente

Efficienza al centro dell’attenzione

minuti durante la lettura il tempo
Tags: Efficienza

Dopo undici anni, ZF presenta EcoLife, il cambio completamente automatico per autobus urbani di seconda generazione. Un gran numero di innovazioni nell'hardware e nel software rendono questa classica catena cinematica adatta agli anni a venire.
Frank Thoma, ottobre 18, 2019
author_image
Frank Thoma è redattore interno di ZF dal 2011. È laureato in giornalismo e scrive o revisiona tutti gli articoli della società: a diffusione interna, per la stampa esterna scritta e per quella online.
I cambiamenti climatici provocati dall’uomo, con tutti i loro effetti negativi, rappresentano attualmente una delle principali sfide che l'umanità è chiamata ad affrontare. Tali cambiamenti climatici sono dovuti in parte alle emissioni di gas del trasporto pubblico e privato, tra cui anidride carbonica. In particolare gli autobus costituiscono l’essenza della mobilità pubblica nel mondo. Il fatto non sorprende, dal momento che gli autobus consentono di creare rapidamente un’infrastruttura di mobilità capillare, con veicoli estremamente flessibili e poco costosi. Benché sia auspicabile una rapida elettrificazione di tutte le flotte di autobus per motivi ambientali, gli elevati costi d’acquisto attuali e la carenza di infrastrutture costituiscono grandi ostacoli.

La Cina è attualmente un bel passo avanti in termini di elettrificazione del trasporto pubblico locale. Secondo quanto emerso dal rapporto Bloomberg New Energy Finance (BNEF) presentato nella primavera 2019, 421.000 dei 425.000 autobus elettrici esistenti in tutto il mondo erano in servizio in Cina alla fine del 2018. Gli analisti del rapporto BNEF calcolano che il numero di autobus meramente elettrici in Europa sia attualmente pari a 2250.

Più efficienza per trazioni di autobus di tipo convenzionale

Più efficienza per trazioni di autobus di tipo convenzionale

Proprio perché molti autobus urbani continueranno a essere alimentati da un motore a combustione nel medio termine – da solo o assieme a un motore elettrico come nei veicoli ibridi – questi autobus devono essere il più puliti possibile. In aggiunta a motori a basse emissioni, la trasmissione offre un altro importante punto di partenza per la riduzione notevole dei consumi di carburante e quindi delle emissioni di CO2. “Gli autobus con motori a combustione rimangono una componente fondamentale del trasporto pubblico locale e a lunga percorrenza. Pertanto è importante offrire un contributo alla riduzione delle emissioni e all'aumento dell’efficienza. Il mercato richiede il massimo comfort e le migliori prestazioni possibili e questo è il risultato che abbiamo raggiunto con EcoLife 2” afferma il dott. Andreas Grossl. Presso ZF, è responsabile dei sistemi di assale e trasmissione per autobus.

EcoLife 2 – lo standard per le trasmissioni per autobus urbani

EcoLife 2 – lo standard per le trasmissioni per autobus urbani

Quando, nel 2008, ZF ha lanciato EcoLife, il suo cambio automatico a 6 marce di nuova concezione per autobus urbani e interurbani, esso consumava fino al sei percento in meno di carburante rispetto al suo predecessore. Ora gli ingegneri di ZF hanno ulteriormente migliorato questo classico che domina il mercato, sotto diversi punti di vista. Ciò rende EcoLife 2, il nuovo cambio completamente automatico, ancora più resiliente e leggero, oltre che economico. I passeggeri attenti noteranno che gli autobus equipaggiati con questa trasmissione sono più silenziosi grazie a regimi del motore più bassi e che la corsa è ancor più piacevole grazie a un cambio rapido e fluido. Questo miglioramento del comfort può essere ricondotto a un convertitore di coppia con un nuovo ammortizzatore torsionale.
I componenti più importanti del cambio automatico a 6 marce EcoLife 2.

Più efficienza grazie a molti cambiamenti di hardware e software

Più efficienza grazie a molti cambiamenti di hardware e software

Oltre al comfort, anche i costi sono importanti per i gestori di autobus. Il risparmio di carburante è al primo posto. Grazie a numerose modifiche tecniche, EcoLife 2 è riuscito a ridurre il consumo di carburante fino al 3% rispetto al predecessore. Responsabile ne è la funzione start/stop in tutte e sei le varianti EcoLife 2: un enorme miglioramento per gli autobus urbani. ZF offre il suo nuovo cambio automatico a 6 marce per coppie d'ingresso comprese tra 1000 e 2000 Nm. Un ulteriore contributo alla riduzione di carburante e di emissioni è offerto dal controllo del cambio assieme all'hardware: EcoLife 2 dispone ora di una funzione di passaggio del cambio in folle a basso consumo in spinta. Inoltre, poiché cambia se un autobus urbano si trova in piano o in salita, il cliente può ora chiedere che EcoLife 2 sia equipaggiato con una varietà di curve caratteristiche per la partenza.

Focus sulla manutenzione

Focus sulla manutenzione

Per ridurre i costi di servizio attraverso una maggiore facilità di manutenzione, gli ingegneri ZF hanno completamente rivisitato il sistema di raffreddamento della trasmissione. Lo scambiatore di calore della trasmissione, che si trovava sul lato della scatola del cambio del primo EcoLife, è scomparso. In EcoLife 2, esso è stato combinato con lo scambiatore di calore del retarder, mentre la potenza refrigerante è rimasta la stessa. Questi e altri cambiamenti strutturali riducono il peso di EcoLife 2 di max 20 chilogrammi. Con l’offerta “ZF DriveLife”, i gestori di flotte avranno la possibilità della manutenzione predittiva, con lo strumento che fornisce costantemente informazioni sullo stato della trasmissione. Esso consentirà di rilevare ed eliminare rapidamente eventuali anomalie prima che si rendano necessari lunghi tempi di fermo e riparazioni costose.
Nella versione start/stop, EcoLife 2, nella variante per coppie d’ingresso di 1000 Nm, è di 20 chilogrammi più leggero del predecessore.

Grazie ai suoi numerosi miglioramenti, EcoLife 2, che verrà lanciato sul mercato nella prima metà del 2020, ha tutto quel che serve per contribuire a rendere il trasporto pubblico locale il più ecologico possibile nel prossimo decennio. In merito, Grossl ha dichiarato: “Gli amministratori dei Comuni in tutto il mondo si vedono recapitare le richieste dei passeggeri di un maggior comfort e quelle dei legislatori di una maggiore protezione dell'ambiente. Il nostro EcoLife 2 consente di soddisfare le esigenze di entrambi”.

Ulteriori dettagli sul nuovo cambio automatico a 6 marce EcoLife2 possono essere trovati qui.

Altri articoli correlati