Tecnologia

Cambio di marcia per l'elettromobilità

minuti durante la lettura il tempo
Tags: EmissioniZero, Emobility, Efficienza, #MobilityLifeBalance

ZF inserisce una marcia in più: la sua nuova trazione elettrica a 2 marce per autovetture integra un motore elettrico avanzato con un elemento di innesto e un’elettronica di potenza adatta. Qual è il vantaggio di questo concept?
Florian Tausch, settembre 17, 2019
author_image
I veicoli con la nuova trazione a 2 marce consumano meno energia, il che si ripercuote sull'autonomia che arriva fino al cinque percento rispetto a un'unità a una marcia. Per le case automobilistiche, la trazione a 2 marce offre due opzioni per l’utilizzo di un rendimento migliorato. L'OEM potrebbe optare per un'autonomia estesa mantenendo una batteria delle stesse dimensioni oppure per una batteria più piccola.

Inoltre, la formula a 2 marce offre benefici per gli OEM alla ricerca di prestazioni. Finora, con i motori elettrici, le case automobilistiche dovevano scegliere tra una coppia d'ingresso e una velocità finale elevata. Gli ingegneri di ZF hanno ora risolto questo conflitto e la nuova trazione sarà compatibile per veicoli performanti e più pesanti, ad esempio autovetture che trainano un rimorchio.

Maggiori informazioni nel video.
ZF presenta la sua nuova trazione elettrica a 2 marce per autovetture.

#MobilityLifeBalance

Con la sua iniziativa, ZF sviluppa soluzioni per la mobilità in base alle esigenze delle persone, mostrando dove e come è possibile migliorare la situazione.

Altri articoli correlati