Tecnologia

©shutterstock
#MobilityLifeBalance

Mobilità ovunque e in qualsiasi momento?

minuti durante la lettura il tempo
Tags: IntelligenzaArtificiale, Efficienza, #MobilityLifeBalance
La mobilità individuale intesa come l'essere proprietari di un'auto, è un lusso. In futuro, dovremmo poter raggiungere la nostra destinazione con diversi mezzi di trasporto con la stessa comodità di un'auto, ma a un prezzo ben più vantaggioso.
Martin Westerhoff, luglio 01, 2019
author_image
Martin Westerhoff ha studiato giornalismo tecnologico e da allora scrive su veicoli e tecnologie. È appassionato di motorismo e macchine da corsa.
Il tassametro stampa la ricevuta con un rantolio sordo. Il tragitto di circa 25 chilometri da Schiphol, un sobborgo di Amsterdam, fino al centro città costa alla studentessa di Belle Arti 45 euro. Per lo stesso viaggio in treno ne avrebbe spesi solo 5,60, ma purtroppo lo aveva perso mentre si stava recando al museo Rembrandt.

Il costo più elevato: possedere un'automobile

Il costo più elevato: possedere un'automobile

L'esempio della capitale olandese dimostra che i modelli di trasporto consolidati variano in maniera notevole, non solo in termini di disponibilità in tempi brevi, ma anche in fatto di costi. Secondo Eurostat, l'ente statistico dell'Unione europea, le famiglie dei Paesi membri dell'UE spendono in media il 12,8% delle loro spese totali per la mobilità. Ciò corrisponde a oltre un trilione di euro all'anno. A fare la parte del leone sono i costi di funzionamento e manutenzione legati al possesso di un'automobile, seguiti dai costi per l'acquisto, e solo dopo dalle spese per i servizi di trasporto, come i mezzi pubblici o i taxi.

La mobilità intermodale diventa sempre più importante

La mobilità intermodale diventa sempre più importante

Da questi dati si evincono gli aspetti su cui dobbiamo concentrarci per rendere più conveniente la mobilità. Le autovetture devono trovare un buon compromesso tra i requisiti di legge in fatto di emissioni di anidride carbonica e di inquinanti e la possibilità di muoversi a un costo sostenibile.
Questo perché continueranno a essere indispensabili per chi vive nelle zone rurali. Tuttavia, si prevede che la tendenza attuale a possedere una seconda, o addirittura una terza macchina, subirà una battuta di arresto. "Le famiglie acquisteranno più biciclette e veicoli di piccole dimensioni, anziché modelli in grado di trasportare molte persone. Il car sharing sostituirà le automobili di proprietà; le persone cambieranno veicolo più frequentemente e di conseguenza il passaggio ai modelli elettrici avverrà in modo più rapido del previsto", afferma Tilman Bracher, direttore del reparto Mobilità dell'Istituto tedesco per l'urbanistica.
Dalla sua classificazione si delineano due tendenze principali: da un lato la micromobilità, ad esempio mediante gli scooter elettrici, ridurrà il traffico urbano e rappresenterà un'opzione allettante anche dal punto di vista finanziario. Dall'altro, la mobilità si trasformerà sempre di più in un servizio, premesso che si possa raggiungere la propria destinazione in modo comodo, rapido e sicuro. La mobilità intermodale, che prevede l'uso di vari modelli di trasporto lungo un determinato itinerario, sta annullando la netta distinzione tra mobilità individuale e trasporto pubblico. Il nuovo mix di opzioni per il trasporto, se gestito in maniera intelligente e coordinato alla perfezione, è destinato a riunire tutti i vantaggi delle singole modalità. Di conseguenza la mobilità diventerà conveniente quanto il biglietto di un autobus o di un treno, e allo stesso tempo disponibile con la stessa facilità di un taxi o della propria automobile.
"L'automobile di proprietà verrà sostituita dal car sharing e le persone cambieranno servizio con maggiore frequenza".
— Tilman Bracher, direttore del reparto Mobilità dell'Istituto tedesco per l'urbanistica

12,8 percento
delle spese totali delle famiglie che vivono nell'Unione europea è destinato in media alla mobilità personale.

Shuttle autonomi: perfetti per ridurre il traffico e risparmiare

Shuttle autonomi: perfetti per ridurre il traffico e risparmiare

Mobility as a Service (MaaS) e Transport as a Service (TaaS) comprendono tutte le forme di trasporto di persone e beni che vengono offerte come servizio nel mix di opzioni per la mobilità. Secondo gli esperti, le modalità che prevedono veicoli autonomi hanno un potenziale particolarmente elevato. Gli autori di uno studio condotto dall'azienda di consulenza Berylls prevedono che in futuro sarà possibile offrire shuttle completamente automatizzati a un costo inferiore a quello che si paga oggi per una corsa in autobus. Si presume che i comuni possano operare questo genere di shuttle senza sovvenzioni, il che andrebbe a vantaggio non solo dei passeggeri ma anche delle stesse amministrazioni locali. Ad esempio, attualmente solo per sostenere il sistema dei trasporti pubblici in Germania sono necessari aiuti pubblici pari a circa 5,8 miliardi di euro l'anno. Per gli autori dello studio c'è un altro grande vantaggio, ovvero la riduzione significativa del traffico nelle grandi città grazie all'impiego dei taxi robotizzati. Prendiamo come esempio Monaco di Baviera: secondo i consulenti di Berylls, 18.000 taxi robotizzati potrebbero sostituire circa 200.000 automobili private.
©ZF
Ride hailing autonomo: i passeggeri inseriscono la loro destinazione nell'app del loro smartphone e poco dopo un taxi robotizzato passa a prenderli.

Taxi robotizzati: il successo è nell'aria

Taxi robotizzati: il successo è nell'aria

Affinché i servizi funzionino anche dal punto di vista commerciale, è necessario che si appoggino ad app con opzioni di prenotazione e pagamento intuitive. I sistemi basati su cloud alla base di questi servizi invece stanno diventando sempre più complessi perché devono essere costantemente connessi a tutti i taxi robotizzati della flotta. Si tratta di un requisito per poter elaborare in tempo reale le richieste di prenotazione in arrivo con la posizione del passeggero e la destinazione prescelta tenendo conto delle posizioni, degli itinerari e delle capacità dei taxi. Inoltre, il sistema mira a contenere al massimo le distanze totali percorse dai veicoli e il loro consumo energetico a vantaggio degli operatori delle flotte. I passeggeri beneficiano della possibilità di chiamare rapidamente uno shuttle.
Da uno studio condotto dal Politecnico di Delft nel 2018 emerge che i consumatori sarebbero propensi a usare questo tipo di offerte in futuro. Una grande percentuale dei 7.755 intervistati di 116 Paesi coinvolti in un sondaggio internazionale ha dichiarato di essere interessata a spostarsi con un veicolo autonomo. Di certo la studentessa di Belle Arti non avrebbe avuto nulla in contrario a una corsa conveniente su un taxi robotizzato dovendo aspettare solo qualche minuto.

#MobilityLifeBalance

Con la sua iniziativa, ZF sviluppa soluzioni per la mobilità in base alle esigenze delle persone, mostrando dove e come è possibile migliorare la situazione.

Articoli correlati