Tecnologia

Tutto sotto controllo: la mobilità del futuro

minuti durante la lettura il tempo
Tags: IntelligenzaArtificiale, SeeThinkAct, Efficienza, VehicleMotionControl

L’autotelaio riveste un ruolo decisivo per una mobilità del futuro pulita, sicura e confortevole. Il tema "Vehicle Motion Control" è pertanto uno dei quattro settori tecnologici principali della strategia aziendale "Next Generation Mobility" di ZF.
Kathrin Wildemann, giugno 19, 2019
author_image
Kathrin Wildemann fa parte del Copy Team permanente di ZF dal 2016. Nei suoi articoli online e offline ama trattare la mobilità elettrica in tutti i suoi aspetti e altre tematiche legate alla sostenibilità.
Quando si tratta dei grandi trend che attualmente riguardano il settore automobilistico, l’attenzione viene rivolta soprattutto a propulsioni, software e sensori. Giustamente, perché si tratta di componenti essenziali per realizzare soluzioni di mobilità innovative, interconnesse e sostenibili. Tuttavia, vi è un altro fattore determinante che spesso non viene menzionato: nell’autotelaio confluiscono gli sviluppi attuali e i requisiti stabiliti.

Che si tratti di propulsioni puramente elettriche o convenzionali, autonome o a controllo manuale, il complesso sistema costituito da sterzo, freni, ammortizzatori, sospensioni e gestione delle ruote costituisce la base necessaria per controllare nel traffico veicoli di qualsiasi tipo. Per assicurare la dovuta considerazione a tale aspetto, ZF annovera il tema "Vehicle Motion Control" fra i quattro settori tecnologici principali della propria strategia aziendale, oltre all’elettromobilità, alla sicurezza integrata e alla guida autonoma.

Tecnologia dell’autotelaio per una mobilità pulita, sicura e confortevole

Dietro il concetto di "Vehicle Motion Control" non si cela altro che la regolazione di tutti i movimenti del veicolo: longitudinali, trasversali e verticali. Quanto improvvisa risulti una frenata, con quale slancio prenda una curva la vettura e con che forza vengano scossi gli occupanti dell’auto su una pista piena di buche, tutto ciò viene controllato dai diversi componenti del telaio. L’autotelaio determina sostanzialmente la sensazione percepita in marcia, la dinamica di guida e anche la sicurezza. "In questo contesto ZF si trova in una situazione unica nel settore: siamo l’unico fornitore a disporre della tecnologia di attuatori necessaria per controllare completamente tutte le dimensioni della dinamica di guida. Quando si tratta del comfort degli occupanti del veicolo, non lasciamo nulla al caso" afferma il Dr. Peter Holdmann, responsabile della divisione tecnologia autotelai di ZF.

Senza comfort di guida non vi può essere un’auto che si guida da sola

L’esigenza di avere un’esperienza di marcia fluida e piacevole è tutt’altro che una caratteristica "nice to have". Se già oggi per alcune persone che tendono ad avere la nausea in viaggio i lunghi spostamenti in auto rappresentano una tortura, in futuro con le vetture a controllo automatizzato il miglioramento del comfort di viaggio diventerà un’esigenza fondamentale. Perché quando l’attenzione non viene rivolta a ciò che accade nel traffico, ogni movimento della carrozzeria viene percepito come fastidioso. Affinché il futuro robotaxi possa effettivamente far valere i propri vantaggi in qualità di salotto su ruote o ufficio mobile, gli occupanti del veicolo devono essere completamente scollegati dalle attività di guida. Ciò richiede un’interconnessione ingegnosa e perfettamente coordinata fra tutti i componenti del telaio per formare un sistema intelligente e predittivo, come ad esempio il concetto di ammortizzazione sMOTION sviluppato da ZF. "Con la nostra innovativa tecnologia di telaio, assumiamo un inequivocabile ruolo pionieristico per quanto riguarda i futuri temi della guida autonoma e dell’elettromobilità" dichiara Holdmann.
"Siamo l’unico fornitore del settore in grado di controllare completamente tutte le dimensioni della dinamica di guida. In considerazione dei megatrend dell’elettromobilità e della guida autonoma, la nostra tecnologia di telaio assume un inequivocabile ruolo pionieristico."
— Dr. Peter Holdmann, responsabile della divisione Sistemi autotelaio

Rendere le auto elettriche maneggevoli ed efficienti

Anche le auto elettriche necessitano di modifiche al telaio. Questo si traduce in costi aggiuntivi per i produttori, che devono sviluppare una propria piattaforma per i loro modelli elettrificati. Per ovviare a tale problema, ZF offre il nuovo assale posteriore modulare mSTARS (modular Semi-Trailing Arm Rear Suspension), una soluzione modulare che consente di integrare a parità di ingombri sia una trazione elettrica che lo sterzo posteriore proprio dell’azienda, denominato AKC (Active Kinematics Control). Questa soluzione conferisce alla vettura con propulsione elettrica un’ulteriore stabilità di marcia e una maggiore maneggevolezza, poiché con l’installazione della batteria si allunga spesso il passo e aumenta il diametro di sterzata. Per nuove imprese di mobilità che non sono in grado di stanziare molte proprie risorse nella produzione e nello sviluppo, ZF è un fornitore di sistema che compie un passo in più: nell’Intelligent Dynamic Driving Chassis (IDDC) integra tutti i suoi sistemi di autotelai meccatronici intelligenti con sensori e software di controllo, così da offrire una piattaforma versatile per veicoli elettrici altamente automatizzati.