Tecnologia

#tuttoautonomo

Guida semiautomatica - Ridefinita

minuti durante la lettura il tempo
Tags: ZeroIncidenti, IntelligenzaArtificiale

Con ZF coPILOT, ZF e NVIDIA hanno sviluppato un sistema avanzato di assistenza alla guida che controlla molte funzioni utili a livello centrale, contribuendo in tempo reale a un'esperienza di guida confortevole e sicura.
Andreas Neemann, aprile 17, 2019
author_image
Andreas Neemann ha scritto il suo primo testo per ZF nel 2001 sui cambi 6HP. Da allora, il redattore automotive ha pubblicato numerosi testi per un pubblico interno e esterno che dimostrano la sua passione per temi complessi del Gruppo.
Può essere un'ottima soluzione combinare il tempomat con regolazione della distanza con l'assistente per il mantenimento della corsia nell'auto. È un vantaggio utilizzare questo sistema avanzato di assistenza alla guida (ADAS) nel traffico stop-and-go o quando si segue lentamente un camion lungo una strada di campagna sulla quale è vietato il sorpasso. Il tempomat con regolazione della distanza mantiene una velocità costante e una distanza costante dal veicolo che precede. Il veicolo non solo accelera e frena autonomamente, ma il suo sistema di assistenza laterale lo mantiene automaticamente all'interno della corsia.

Il tempomat con regolazione della distanza mantiene una velocità costante e una distanza costante dal veicolo che precede. Il veicolo non solo accelera e frena autonomamente, ma il suo sistema di assistenza laterale lo mantiene automaticamente all'interno della corsia.
Questa forma di guida semiautomatica SAE-Level 2 rende più piacevole la guida per i conducenti, che a volte possono anche togliere le mani dal volante. Naturalmente, i conducenti devono essere sempre pronti in qualsiasi momento a ripristinare il loro controllo sul volante. "Attualmente, i sistemi di assistenza ci avvertono tempestivamente per evitare errori di guida o per correggerli rapidamente. Ciò aiuta anche a prevenire gli incidenti. Tuttavia, essi dovrebbero anche fornire un certo comfort di guida supplementare. Se i sistemi non rispondono in modo fluente o se, in condizioni atmosferiche avverse, si disinseriscono troppo rapidamente perché non funzionano in tali condizioni, si riduce la loro accettabilità per i conducenti", afferma Torsten Gollewski, responsabile dei sistemi di mobilità autonoma di ZF.
Il sistema ZF coPILOT sarà disponibile a partire dal 2021.

Non c'è bisogno di attendere i livelli 3 e 4

Non c'è bisogno di attendere i livelli 3 e 4

Ciò significa che occorre aspettare fino al raggiungimento dei livelli SAE 3 e 4 di guida automatizzata? Il livello 3 di tale classificazione della guida automatizzata consente ai conducenti di rinunciare al controllo dello sterzo dei loro veicoli per periodi prolungati o addirittura in modo permanente (livello 4). Con il livello 3, ad esempio, i conducenti possono concentrare l'attenzione sui loro figli sul sedile posteriore oppure scrivere un SMS o un'e-mail. Al livello 4, completamente automatizzato, l'auto gestisce autonomamente tutte le attività di guida.
Oltre al fatto che vi sono ancora questioni legislative irrisolte in relazione all'immatricolazione di veicoli con capacità di livello 3 e 4, le loro funzioni aggiuntive, rispetto a quelle di un veicolo di livello 2, rappresentano una soluzione piuttosto costosa. Anche il livello 3 richiede un'architettura di sistema molto più complessa. Questa architettura di sistema non è più basata semplicemente sull'ADAS già disponibile oggi. La guida autonoma con i suoi sistemi di sensori, la potenza di calcolo e gli algoritmi deve invece essere essenzialmente reinventata. "Questo solleva la questione se il livello 3 e il livello 4 abbiano o meno una vera attrattiva per il classico acquirente di un'auto", afferma Gollewski. "Anche al livello 3, il rapporto costi-benefici ipotizzato non è equilibrato. Il livello 4 è in realtà più interessante per i titolari di imprese di trasporto e i taxi robot impegnati in operazioni commerciali piuttosto che per il singolo automobilista".
Esperienza con ZF coPILOT - L'assistente di guida personale

ZF fornisce un quid in più alla guida automatizzata di livello 2

ZF fornisce un quid in più alla guida automatizzata di livello 2

Per consentire a molti conducenti di beneficiare rapidamente dei vantaggi della guida semiautomatica, ZF è impegnata nella riconfigurazione intelligente del livello 2 e ha ideato
"Level 2+". In collaborazione con il partner tecnologico NVIDIA, il Gruppo ha creato ZF coPILOT, dotato di intelligenza artificiale e di una serie completa di sensori e che integra diversi ADAS in una soluzione completa. Il cervello del sistema è il mainframe ZF ProAI. Gli algoritmi pre-addestrati per tutte le funzioni di assistenza alla guida sono incorporati in questo computer centrale, dove sono controllati come un sistema completamente integrato. Il vantaggio è che il sistema è flessibile e scalabile. Su richiesta, le case automobilistiche possono integrare funzioni aggiuntive proprie o sviluppate da ZF. Il sistema sarà disponibile a partire dal 2021.
ZF coPILOT padroneggia in modo indipendente alcune manovre di guida, come la guida in autostrada e l'uscita.

ZF coPILOT: l'assistenza alla guida a un nuovo livello

ZF coPILOT: l'assistenza alla guida a un nuovo livello

Il modello che ZF ha presentato alla fiera Auto Shanghai 2019 ha dato prova delle prestazioni ottime di ZF coPILOT. Questo veicolo è in grado di gestire autonomamente determinate manovre di guida, come l'ingresso o l'uscita dall'autostrada. Per la guida semiautomatica in autostrada, ZF coPILOT combina un sistema esteso del tempomat con regolazione della distanza con l'assistenza attiva allo sterzo e l'assistente per il mantenimento della corsia. Il conducente può utilizzare proattivamente i comandi vocali con ZF coPILOT per cambiare corsia, sorpassare e rientrare. A bordo si trova anche la navigazione intelligente inclusa in "MyRoute", una funzione cartografica che riconosce i percorsi ripetuti. Questo pacchetto completo fornisce molto di più rispetto ai precedenti sistemi di assistenza totali combinati. "ZF coPILOT fornisce funzioni di guida e di sicurezza che vanno ben oltre il livello di prestazioni di un normale sistema di livello 2 per la guida semiautomatica. Questo ci permette di ottenere una nuova qualità di guida semiautomatica che altrimenti potrebbe essere realizzata solo utilizzando la più elaborata e molto più costosa integrazione delle funzioni di livello 3", afferma Gollewski.
Durante il funzionamento, ZF coPILOT analizza continuamente l'ambiente intorno al veicolo, consentendogli di riconoscere i pedoni, il traffico in arrivo e gli incroci e di assistere i conducenti in caso di distrazione. Naturalmente, le funzioni di assistenza alla guida di ZF coPILOT possono essere disabilitate anche tramite comodi comandi vocali. Tuttavia, il sistema tiene d'occhio il conducente tramite telecamere e funzioni di monitoraggio apposite. Se un conducente sembra sul punto di addormentarsi o si è distratto troppo a lungo, ZF coPILOT segnala un potenziale pericolo.
Oliver Briemle, responsabile dello sviluppo delle funzioni di L4, Domain Control e V2X, spiega l'assistente personale alla guida