Radicata nella tradizioneZF nel tempo

La "Zahnradfabrik GmbH" è stata fondata 100 anni fa. In una storia ricca di eventi, ZF ha colto le proprie opportunità imprenditoriali e si è sviluppata in una società che detiene la leadership tecnologica in materia di trasmissioni e sistemi autotelaio.

Perfetto connubio di tradizione e innovazione

ZF è in costante crescita: dagli inizi come produttore di ingranaggi e trasmissioni per i dirigibili Zeppelin fino alla forma attuale come uno dei principali fornitori internazionali di trasmissioni e sistemi autotelaio. Sin dalla sua fondazione nel 1915, ha equipaggiato innumerevoli veicoli per svariati clienti, prima con i cambi poi, più recentemente, con impianti sterzanti, differenziali e assali. Aston Martin, BMW, Maserati, MAN, Mercedes-Benz: ZF ha contribuito a scrivere non soltanto la propria storia, ma anche quella di numerose case automobilistiche, segnando lo sviluppo e i prodotti di questi rinomati produttori. Sono sempre stati gli ingegneri di ZF a guidare il progresso sia nella produzione di serie che negli sport motoristici, con la loro forza innovativa, la loro esperienza con materiali altamente tecnologici e metodi di produzione sempre all'avanguardia.

Dai trattori agli elicotteri

Nonostante la loro età non sono ancora pronti per la rottamazione: veicoli classici, dai trattori agli elicotteri agli yacht a motore e alle auto sportive, entusiasmano non solo gli appassionati di veicoli vintage. Con il vasto Archivio del Gruppo e la Collezione Storica in costante espansione, ZF conserva un grande patrimonio di storia tecnologica. Oggi la collezione di veicoli include ad esempio un'autopompa Magirus del 1940 con cambio di serie ZF, un trattore Porsche Diesel Junior del 1957 con cambio ZF A 4, una BMW 2000 C del 1967 con il primo cambio automatico ZF per automobili, il 3 HP 12, e lo sterzo a vite e rullo ZF e un'Alfa Romeo Montreal del 1973 con cambio manuale a 5 marce ZF e differenziale autobloccante.

ZF: simbolo di eccellenza tecnologica

ZF apprezza la fiducia dei propri clienti, partner e collaboratori ed è orgogliosa di rappresentare esperienza tecnica, qualità e assistenza. Il marchio ZF può vivere solo rispettando la tradizione e la storia della società e ciò che continua a darci impulso è il nostro entusiasmo e, in effetti, il nostro grande fascino per la tecnologia. Nel nostro lavoro all'insegna della tradizione compiamo quindi un passo in più: oltre a documentare la nostra storia aziendale e a preservare le pietre miliari della tecnologia, ZF pensa alla tradizione anche in termini pratici. Nella sezione intitolata Tradizione ZF offriamo ai proprietari di auto di epoca allestite con prodotti ZF un punto di riferimento centrale per le loro domande e i loro problemi e aiutiamo gli appassionati di auto classiche fornendo loro informazioni tecniche, consigli per le riparazioni e ricambi.

Pietre miliari

Anni 1910

1915

Nel 1902, agli albori dell'era dell'automobile, Alfred Soden, un ingegnere animato da spirito pionieristico, inizia a lavorare presso la Daimler a Stoccarda come vice direttore tecnico. Nel 1906, lascia la Daimler per passare a MAN (Vogelmotor), e in viaggio sul Lago di Costanza, Soden incontra il conte Zeppelin che lo introduce alla tecnologia dei dirigibili, da cui rimane affascinato al punto che, superati i dubbi iniziali, presenta domanda per essere assunto presso Zeppelin. Gli sforzi di Soden vengono ripagati e nel 1910 diventa direttore del reparto collaudo presso Zeppelin. Impegnato all'interno dell'azienda a migliorare i motori dei dirigibili, Soden prende contatto con un esperto in ruote dentate, l'ingegnere svizzero Max Maag, che aveva messo a punto un processo di rettifica particolare per ruote dentate. La fondazione di ZF risale al 1915, con il coinvolgimento di Maag e Alfred Colsman, che si occupa della gestione della parte commerciale dell'azienda.

1917

Viene registrato il marchio ZF e ideato il primo logo.

1919/20

ZF produce i primi cambi per autovetture: il cambio 8HP e il cambio a leva.

Anni 1920

1921

Il co-fondatore di ZF, Alfred Graf von Soden-Fraunhofen, presenta agli esperti del settore un cambio a quattro rapporti per vetture, che prende il suo nome. Nonostante l'impiego di una tecnologia all'avanguardia, il prodotto non incontra un grande successo sul piano commerciale. Spinto dalla passione, l'ingegnere aveva addirittura testato il cambio durante le gite domenicali con la famiglia.

La società modifica il proprio atto costitutivo trasformandosi in una società per azioni e il 24 giugno 1921 viene iscritta nel registro delle imprese.

1925

Nel 1925, in occasione del Salone dell'automobile di Berlino, ZF presenta la sua innovativa trasmissione standard. Il design modulare compatibile con svariati modelli di veicoli, risulta più efficiente di qualsiasi tipo di trasmissione precedente. Grazie al successo della trasmissione standard, ZF riesce ad affermarsi sul mercato dell'automobile.

1926

ZF inaugura uno stabilimento a Berlino (Germania) - la sua prima filiale inizia la propria attività.

1929

Con l'introduzione del cambio Aphon nel 1930, dotato per la prima volta di un sincronizzatore, i rumori molesti durante la guida diventano un ricordo del passato.

Anni 1930

1932

Nel 1932 ZF acquista un brevetto detenuto dalla società statunitense Ross per la produzione di sistemi sterzanti. Solo nel primo anno di produzione la società vende 10.000 sistemi sterzanti, riuscendo così a conquistare una solida base in un nuovo segmento di attività. 

1934

Viene lanciato sul mercato un cambio completamente sincronizzato per autovetture (BMW, Mercedes, Horch), con sincronizzatore a cono per l'ottimizzazione della sincronizzazione.

1937

La politica di riarmo del governo nazista incrementa il numero di ordini inviati a ZF, l'apertura dello stabilimento di Schwäbisch-Gmünd (Germania) nel 1937 consente un ampliamento della capacità produttiva. Come d’altronde anche altrove, all’epoca i segni di aperta opposizione al nazismo all’interno di ZF sono piuttosto deboli.

ZF presenta il suo primo impianto di trasmissione per trattori con il nome di sistema A 12.

Anni 1940

a partire dal 1945

Durante il periodo della ricostruzione, numerosi lavoratori ZF, fra i quali il direttore Albert Maier, riescono a concentrare le proprie risorse per creare un nuovo stabilimento a Friedrichshafen (Germania), ponendo così le fondamenta per il successivo capitolo della società nell'era post-bellica. Inizialmente i dipendenti sono impegnati nella produzione o riparazione di elettrodomestici come le presse per i tipici gnocchetti chiamati 'Spaetzle' e tritacarne nel capannone 5, l'unica parte dello stabilimento rimasta intatta. Questo è possibile grazie agli intensi negoziati fra le forze di occupazione francesi e i dipendenti ZF, fra i quali Maier, Pirker, Metzger, e Mühlhäuser poiché originariamente i francesi avevano pianificato l'abbattimento dello stabilimento. A questo periodo risale anche la fondazione di ZF Passau GmbH.

1946

Per soddisfare le esigenze di mobilità della società post-bellica, Albert Maier progetta un'utilitaria a 2 posti, la Champion.

Anni 1950

1950

Dr. Albert Maier

In agosto, le autorità francesi concedono l'autorizzazione per il trasferimento delle azioni ZF: l'89,8 percento delle quote ZF passa alla Fondazione Zeppelin (Città di Friedrichshafen dal 1947), il 6,2 percento a Brandenstein-Zeppelin e Zeppelin-Erbengemeinschaft (fino al 1990), il 4 percento a Maag Zahnräder und Maschinen AG (fino al 1989). Nel corso della seconda riunione del Consiglio di Sorveglianza della società, Albert Maier e Robert Pirker sono nominati ufficialmente nel Consiglio di Amministrazione; vice membri del Consiglio di Amministrazione sono Konstantin Schmäh e Ekart Graf von Soden-Fraunhofen; il borgomastro Dr. Max Grünbeck è nominato presidente del Consiglio di Sorveglianza.

1958

Il "miracolo economico" tedesco prende il via alla fine degli anni '50, quando la società inizia ad esportare verso i mercati internazionali. Questa operazione coinvolge la Zahnradfabrik Friedrichshafen, che il 15 agosto 1958 fonda ZF do Brasil – uno stabilimento per la produzione di cambi e ingranaggi con sede a São Caetano do Sul in Brasile. Per alcuni dipendenti ZF e per le rispettive famiglie che a partire dal 1959 emigrano in Brasile per sovrintendere all'installazione delle macchine presso lo stabilimento e controllare la produzione, lasciare il Lago di Costanza segna il primo capitolo della storia futura della società e una grande avventura nel Nuovo Mondo. La prima tappa del loro viaggio ha inizio con il trasferimento in pullman a Genova (Italia) dove si imbarcano per Rio de Janeiro (Brasile).

1959

Auto Union (azionista di maggioranza di DB, a partire dal 1958, per la produzione coperta da licenza di DKW a San Paolo da parte di Vemag) conferisce un ordine molto importante, sviluppi interni del prodotto e colli di bottiglia nella produzione portano all'inaugurazione dello stabilimento 2, la produzione in serie rimane nel capannone 1 per tutto il 1965, dove successivamente si avvia la produzione del 3 HP 12.

Anni 1960

1960

Per il film "Al servizio segreto di Sua Maestà" le auto sportive Aston Martin guidate da James Bond 007 vengono dotate di cambi ZF.

1960-1963

ZF prende la decisione di entrare in un nuovo segmento di prodotti: assali e trasmissioni per macchine agricole.

1961

ZF entra in un rapporto di stretta collaborazione con il team inglese della Lotus Formula 1. Dal 1961 al 1968, gli ingegneri ZF forniscono al team i cambi garantendo personalmente l'assistenza a Friedrichshafen (Germania) dopo ogni gara. Il successo di questa collaborazione è tale che nel 1968 il leggendario pilota Lotus Jim Clark totalizza molte vittorie al Gran Premio e si aggiudica un Campionato Mondiale, contribuendo così alla fama internazionale di ZF nell'ambiente degli sport motoristici. Il cambio ZF installato sulla Lotus è una versione migliorata del cambio standard a 4 rapporti.

1965

Nel 1965, il primo cambio automatico ZF per autovetture, il 3 HP 12, viene impiegato come cambio standard nella produzione in serie di BMW e Peugeot. Il responsabile del reparto sviluppo presso la casa costruttrice francese, Jacques Desbois, sostiene l'acquisto di cambi ZF, soprattutto perché, avendo lavorato a Friedrichshafen (Germania) durante la guerra, nonostante le condizioni estremamente difficili non ha mai dimenticato il suo ex collega Otto Schwab, a cui successivamente sarà attribuita la paternità del cambio automatico ZF. Hansjörg Dach e Otto Schwab mettono a punto in gran segreto i primi cambi automatici ZF. Per primi riconoscono il potenziale del prodotto per il mercato europeo e mettono a frutto la propria esperienza per sviluppare ulteriormente la tecnologia esistente. Questo pone le basi dell'odierno successo globale dei cambi automatici ZF nel mercato dell'automobile.

ZF compie 50 anni e diventa la più grande azienda europea indipendente specializzata in organi di trasmissione e tecnologie di sterzatura.

Anni 1970

1970

Alla fine degli anni '50, ZF ricomincia a sviluppare sistemi di trasmissione per l'aviazione. Il 1970 segna un'importante pietra miliare in questo campo tradizionale con l'elicottero MBB BO 105. Si tratta del primo elicottero prodotto su larga scala messo a punto in Germania e dotato di un sistema di trasmissione ZF FS 72. Il prodotto di ZF è in grado di soddisfare esattamente i requisiti in termini di qualità, precisione e peso.

1972

Per il film "Al servizio segreto di Sua Maestà" le auto sportive Aston Martin guidate da James Bond 007 vengono dotate di cambi ZF.

1977

Inizia la produzione in serie dell'Ecomat. Nel 1981 per la prima volta i microcomputer vengono impiegati per il controllo della trasmissione nell'Ecomat. Questa tecnologia innovativa si basa su una centralina dotata di microcomputer segretamente messa a punto da Schwarz e da un collega.

1979

ZF avvia l'attività negli Stati Uniti costituendo una società ZF controllata al 100%: ZF of North America Inc., con sede a Chicago

Anni 1980

1980

ZF Japan viene fondata a Tokyo in rappresentanza della società in Estremo Oriente.

Dopo quattro anni di intenso sviluppo, il cambio ZF-Ecosplit per veicoli commerciali pesanti è pronto per la produzione in serie. Diventa l'asse portante della produzione a Friedrichshafen e uno dei cambi per veicoli commerciali di maggior successo di tutti i tempi. Nei successivi 20 anni, viene prodotto un milione di unità di questo cambio per veicoli commerciali pesanti. L'aver offerto ai progettisti l'opportunità di sviluppare un prodotto perfettamente maturo, senza la pressione di dover conseguire un successo immediato, si è rivelato un fattore decisivo per il trionfo di questo cambio.

1983

Negli anni '70, ZF si distingue e inizia a lavorare sul concetto di tecnologia a pianale ribassato per autobus. Occorreranno però altri 10 anni prima di assistere al decollo della domanda di questo prodotto. Grazie alla produzione in serie dell'AV 130 a partire dal 1983, ZF è ora il fornitore leader globale di sistemi di assali per autobus.

1984

ZF acquisisce il 74,5 percento di Lemförder Metallwaren, un passo decisivo per fare di ZF un fornitore completo di trasmissioni e sistemi di autotelaio.

La fondazione di ZF Steering Gear, Pune (quota del 26 percento) segna l'inizio dell'attività di ZF in India

1986

ZF realizza il suo primo stabilimento produttivo negli Stati Uniti con la costruzione di un impianto a Gainesville, Georgia. Nel 1986, l'impianto inizia a fornire alla Ford Motor Company 100.000 cambi all'anno. La presenza di ZF sul mercato statunitense assume così una nuova dimensione.

ZF avvia la produzione in serie del sistema sterzante ZF-Servotronic per autovetture che permette una programmazione individuale ed è descritto dagli esperti come il "nucleo di un sistema sterzante rivoluzionario." La facilità di manovra a vettura ferma e una forza sterzante che aumenta in sintonia con la velocità di marcia sono i punti di forza di questo prodotto.

Anni 1990

1990

ZF festeggia il 75° compleanno. Viene costituita la ZF Art Foundation e il Research & Development Center organizza grandi festeggiamenti per l'inaugurazione.

1991

ZF rileva l'impianto IFA in Brandeburgo (Germania) e lo converte in uno stabilimento di produzione di cambi manuali all'avanguardia. ZF si espande in nuovi paesi.

1993

ZF Friedrichshafen AG e il gruppo cinese Bijing North Vehicle Works fondano insieme la Beijing ZF North Drive System Technical Co. Ltd nella Repubblica Popolare Cinese, preparando così la strada, con netto anticipo rispetto alle aziende tedesche, al consolidamento di una vasta presenza di ZF in Asia.

1994

20 anni di Duncan, la sede in cui ZF ha prodotto per la prima volta un sistema di assali.

1999

ZF Lenksysteme GmbH inizia la propria attività.

Anni 2000

2001

Ernst Sachs

Il Gruppo ZF acquisisce e integra la società Sachs. Tale operazione rappresenta una grande sfida per il Consiglio di amministrazione e i dipendenti a causa delle forti differenze a livello di cultura societaria.

2002

ZF Lenksysteme lancia la produzione in serie del sistema sterzante elettrico ZF-Servolectric. I clienti interessati sono BMW, Audi e VW. Il sistema sterzante ultra-moderno nasce da una joint venture con Robert Bosch GmbH. Dal 1999 le due fondazioni collaborano con il massimo impegno alla sua messa a punto, uniscono le proprie competenze e insieme realizzano con successo il progetto.

2003

ZF Friedrichshafen AG aumenta le sue quote azionarie in ZF Lemförder Metallwaren AG, Lemförde passando dal 75,6 percento al 100 percento. In cambio, l'azionista precedente, Dr.-Jürgen-Ulderup Foundation, Lemförde, riceve il 6,2 percento di azioni in ZF Friedrichshafen AG.

2004

Il sistema di regolazione elettronica degli ammortizzatori CDC di ZF Sachs fa il suo debutto sul primo veicolo compatto prodotto in serie: l'Opel Astra.

2006

ZF presenta il suo nuovo cambio EcoLife per autobus in occasione della fiera per veicoli commerciali IAA.

Inizia la produzione in serie della nuova generazione del 6HP.

2007

Nella Repubblica Ceca viene fondata ZF Engineering Pilsen.

2008

ZF inaugura il suo primo stabilimento di produzione industriale europeo a Schweinfurt (Germania) per la produzione di moduli ibridi per autovetture.

ZF avvia la produzione in serie del cambio a doppia frizione a 7 rapporti.

Le autorità antitrust con sede a Bruxelles approvano l'acquisizione dell'azienda di prodotti elettronici Cherry Corporation, che si trasforma nella Business Unit Electronics Components del Gruppo ZF.

2009

A Saarbrücken (Germania) inizia la produzione in serie dell'8HP.

ZF Services amplia la sua attività globale di riparazioni per riduttori di turbine eoliche, con un nuovo centro di competenza a Dortmund (Germania) divenuto l'ufficio centrale di coordinamento delle riparazioni.

In qualità di società multinazionale nel settore automotive ben radicata nella regione d'origine, nel 2009 ZF rafforza i legami con la propria terra creando il Knowledge Workshop per ragazzi e bambini a Friedrichshafen (Germania). La struttura si propone di far conoscere ai giovani della regione natale il mondo della progettazione tecnica. Si prevede l'apertura di altri Knowledge Workshop presso altre sedi ZF.

Lancio dell'8HP sul mercato.

Anni 2010

2011

Il Gruppo acquisisce la società Hansen Transmissions International, incorporata nella Business Unit Wind Power Technology.

2012

ZF presenta il primo cambio manuale al mondo a 7 marce.

2012-2013

Nel 2013 viene avviata la produzione in serie del primo cambio automatico a 9 rapporti per autovetture con motore trasversale e trazione anteriore. Dalla fine del 2013 Land Rover monta sulla Range Rover Evoque il cambio 9HP. Nello stesso anno, anche il Gruppo Chrysler avvia la produzione in licenza del cambio automatico a 9 rapporti che la casa costruttrice statunitense installa fra l'altro sulla Jeep Cherokee.

2014

Inizia la produzione in serie del modello ibrido plug-in.

Ulteriori informazioni